Questo post piacerà sicuramente al mio amico Robert Grechi, soprattutto se nel momento in cui cliccherà sul pulsante ‘Pubblica’ di WordPress lo vedrà comparire sulla mia bacheca di FaceBook: ciò significherà, infatti, che il plugin WordBooker che ho appena installato, attivato e configurato fa il suo sporco lavoro.

E se i commenti fra le due piattaforme si integreranno come spero, sarò io stesso ancora più felice del risultato 🙂